Pagina precedente - L'intonazione, questa sconosciuta 2 parte Vai all'indice

Per concludere

In linea di massima, quindi, è bene convincersi che la manutenzione ordinaria del pianoforte è un fatto connaturato al possesso dello strumento. Rimandare o annullare gli interventi o (ancora peggio) affidarli a tecnici incompetenti in nome di un ipotetico risparmio economico significa rovinare a poco a poco lo strumento, distruggendo capitale e... interessi. Viceversa, una cura assidua e lungimirante manterrà in ottima salute il pianoforte, facendolo passare indenne attraverso i cambi di stagione e contribuendo alla sua personalissima storia con una serie di piccole migliorie che, con il passare del tempo, ne manterranno il valore intrinseco. Sia (mercato permettendo) dal punto di vista economico, sia sotto il profilo ben più importante delle sue prestazioni musicali...

Pagina precedente - L'intonazione, questa sconosciuta 2 parte Vai all'indice